fbpx

Connettività: la differenza tra la connessione WDSL di M.A.C e la Fibra di altri operatori

Connettività: la differenza tra la connessione WDSL di M.A.C e la Fibra di altri operatori

Sempre più spesso si sente parlare di fibra ottica. Ma cos’è realmente? E a cosa serve la fibra?

Negli ultimi anni, sempre più aziende e privati hanno optato per l’utilizzo della fibra ottica, una nuova tecnologia che permette di trasmettere i dati ad una velocità molto alta. Rappresenta una valida alternativa all’ADSL, sistema ad oggi, maggiormente diffuso.

Grazie ai nuovi investimenti nelle infrastrutture da parte delle compagnie telefoniche, la rete in fibra ottica in Italia ha avuto ampio sviluppo ed è in continuo miglioramento, nonostante la conformazione geografica naturale e la mancanza di un’infrastruttura di base in alcune zone, come le isole.

 

Fibra Ottica: cos’è e come funziona

La fibra ottica è una particolare strumento di trasmissione dei dati che sfrutta, a differenza del cavo in rame o doppino telefonico, materiali più complessi, come ad esempio i filamenti in fibra di vetro o di polimeri plastici protetti da una guaina in gomma capace di riflettere la luce, che li rende più leggeri e resistenti.

Ciò permette, grazie alla sua capillare forma, di trasferire più rapidamente, attraverso un segnale di tipo luminoso, molte informazioni contemporaneamente rispetto ad un normale cavo di rame. Quindi, maggior numero di dati per minore unità di tempo.

Le caratteristiche principali che rendono la fibra, oggi, pioniera della trasmissione dei dati ad alta velocità sono:

  • la leggerezza,
  • la flessibilità
  • l’immunità a disturbi elettrici o alle variazioni delle condizioni atmosferiche (tipo cambiamento della temperatura).

Sono proprio queste peculiarità a rendere efficiente la fibra ottica e che le permettono di avere delle performance nettamente superiori rispetto a quelle ottenute con l’utilizzo del classico doppino in rame. Infatti, proprio per tale motivo, il trasferimento dei dati tramite cavo in fibra:

  • non subisce nessuna diminuzione del segnale nella distanza,
  • sfrutta una banda di frequenze più elevata.

Questo consente di raggiungere una velocità di trasmissione elevata tra i vari dispositivi adibiti alla trasmissione e alla ricezione dei segnali come:

  • modem-router creati ad hoc per le reti in fibra ottica,
  • server,
  • infrastrutture degli operatori telefonici.

Per consentire un’elevata ed efficace trasmissione dei dati e di informazioni è importante che la velocità di connessione non sia influenzata negativamente da fattori esterni.

Sono 3, infatti, le categorie di fattori che possono condizionare la normale performance della fibra:

  • problemi dovuti all’hardware, ad esempio un PC o un sistema operativo obsoleto;
  • problemi al software come la presenza di software malevoli, troppo traffico su un determinato sito o molti dispositivi connessi;
  • problemi strutturali che riguardano l’impianto, come la qualità del doppino di rame.

Infatti, anche in presenza di connessione in fibra ottica, può capitare che, parte della connessione, sia costituito dal doppino in rame e ciò può influenzare, negativamente, sulla velocità totale della trasmissione.

Proprio per tale motivo è importante fare delle precisazioni tra due tipologie di strutture di connessione:

  • Fiber to the Cabinet (FTTC) in cui la connessione è formata da una parte ibrida in fibra ottica e una parte in doppino in rame. In questa tipologia, infatti, il cavo in fibra parte dalla centrale e raggiunge l’armadio stradale, cioè la centralina da dove si diramano i diversi i doppini in rame che entrano nei vari edifici e nei singoli appartamenti. Con questa tipologia di connessione si può raggiungere, in media, una velocità massima di download di 100Mbit/s.
  • Fiber to the Home (FTTH) è la connessione interamente realizzata con fibra ottica dalla centrale fino ai singoli appartamenti. Rappresenta quella più diffusa in Italia e permette di raggiungere una velocità fino a 200 Mega, 300 Mega o 1 Giga.

Fibra Ottica e ADSL: qual è la differenza?

La differenza tra fibra ottica e Adsl è, esclusivamente, “fisico” cioè relativo ai cavi di connessione utilizzati. Il cavo ADSL è costituito da rame, definito doppino. Invece, quello in fibra è formato da sottili filamenti in fibra di vetro.

La velocità di trasmissione dati è data proprio da questa differenza:

  • per la connessione ADS la velocità massima che si può raggiungere è pari a 20Mbit/s e 1Mbit/s in upload.
  • con la fibra in FTTH, è possibile raggiungere, invece, 1 Gigabit in download. Per fibra in FTTC la velocità di download può raggiungere i 300 Mbit/s, 200 Mbit/s o 100Mbit/s.

Altra differenza, può essere dovuta anche ad un fattore economico. Fino a qualche tempo fa, la fibra ottica aveva un costo nettamente maggiore. Oggi, fortunatamente, la tecnologia ha fatto grandi passi avanti e questo ha permesso un aumento delle domande che ha portato, di conseguenza, ad una riduzione dei costi.

Quindi, la connessione in fibra ottica è fornita dai provider a condizioni vantaggiose sia per l’attivazione sia per la gestione.

 

Fibra Ottica: i vantaggi di una connessione veloce

Sicuramente avere una connessione in fibra ottica consente di avere una maggiore velocità e una stabilità di connessione migliore. Soprattutto, se si ha la necessità di utilizzare la connessione per svolgere operazioni con intenso e continuo scambi di dati.

Tra i vantaggi della fibra ottica maggiormente apprezzati dagli utenti possono essere annoverati:

  • maggiore velocità di download, con possibilità di scaricare file molto pesanti in poco tempo;
  • un’alta velocità di upload utilissima per l’invio, tramite mail, di allegati di grandi dimensioni;
  • stabilità e velocità nello streaming video, soprattutto per filmati di alta qualità;
  • ottima qualità per le video chiamate, quindi immagine più fluida e chiara senza nessun problema di audio.

Uno degli svantaggi nella scelta della fibra ottica, è proprio quella della connessione condivisa che gli operati propongono ai propri clienti. M.A.C, invece, offre esclusivamente una connessione simmetrica garantita.

 

LA CONNETTIVITÀ DI M.A.C

M.A.C, grazie alla sua tecnologia di ultima generazione, offre ai propri clienti un sistema di connettività a banda simmetrica garantita capace di soddisfare ogni reale richiesta da parte dei propri clienti.

Grazie all’innovazione delle proprie reti, M.A.C fornisce una banda WDSL che consente di avere:

  • Connettività fino a 1 Gbps
  • Velocità simmetrica Download / Upload

È una tecnologia che si basa su ponti radio che consentono a M.A.C di portare la connettività ovunque grazie proprio all’installazione di antenne esterne, senza la necessità di costruire nuove trasmissioni.

WDSL M.A.C è un servizio che si rivolge esclusivamente al mercato business, italiano ed europeo, delle piccole medie imprese, pubbliche amministrazioni e liberi professionisti.

Inoltre, M.A.C riesce a fornire, in pochissimi minuti, qualora ce ne sia l’esigenza, un upgrade di banda senza la necessità di sostituire l’hardware. Questo consente di ridurre al minimo le attese da parte del cliente che, celermente in meno di 60 giorni, riceve l’aumento di banda richiesta attraverso un servizio di assistenza efficace ed efficiente.

Perché scegliere WDSL M.A.C?

Scegliere WDSL M.A.C significa lavorare con la migliore connettività, garantita da una rete di nuova generazione in grado di fornire prestazioni eccezionali.

Con la connessione a 10Mbps bidirezionale, è possibile gestire contemporaneamente tutti i servizi di cui si ha bisogno come internet, telefonia voip, videocamere di sorveglianza, cloud storage, tanto altro ancora.

In questo modo, l’azienda può svolgere le proprie attività in tutta tranquillità, senza ricorre a continui errori di trasmissione

2020-04-06T09:14:07+00:00 6 Aprile 2020|News|Commenti disabilitati su Connettività: la differenza tra la connessione WDSL di M.A.C e la Fibra di altri operatori

Solidarietà Digitale COVID-19



toxic
Stop al gas Radontoxic