Ospedale 4.0 tutto quello che si può monitorare della salute del paziente con Smart Lab di M.A.C

Così come l’industria, anche l’ospedale del futuro cambia volto e muta il suo aspetto obsoleto e vecchio adattandosi alle nuove esigenze. Questo grazie alle tecnologie e all’utilizzo di nuovi dispostivi a supporto delle normali attività del personale sanitario. Smart Lab nasce proprio con questo scopo e si inserisce appieno all’interno delle attività connesse all’ospedale 4.0 come strumento tecnologico volto a supportare i medici nella cura del paziente attraverso il monitoraggio, in tempo reale, dei parametri vitali 24h su 24

Ma cos’è Smart Lab e come usufruire di questo servizio? Scoprite tutte le informazioni principali leggendo l’articolo

 

Che cos’è SMART LAB?

Sono sempre di più le organizzazioni sanitarie che utilizzano all’interno delle proprie strutture, strumenti connessi grazie alle tecnologie IoT (Internet of Things), con particolare attenzione al monitoraggio dei pazienti.

In quest’ottica, M.A.C è da sempre al servizio dell’Healthcare e mette a disposizione, del settore pubblico e privato, tutta la professionalità e la tecnologia a sua disposizione per migliorarne le performances.

Proprio per tale motivo prende vita, Smart Lab, un servizio ideato da MAC nel 2016 come strumento di monitoraggio dei pazienti affetti da alzheimer, da demenza senile o di persone ospitate all’interno di strutture RSA.

Smart Lab offre, quindi, alle strutture sanitarie:

  • un servizio di monitoraggio del paziente 24h su 24,
  • una raccolta dati, ove questi siano accessibili secondo i criteri di rispetto della privacy.

 

Come avviene il monitoraggio con Smart Lab?

Il monitoraggio con Smart Lab avviene attraverso specifici dispositivi, in particolare con uno smartwatch, con il quale è possibile raccogliere, in tempo reale, informazioni relative allo stato di salute dei pazienti.

I dati elettromedicali ottenuti vengono poi trasferiti su una dashboard personalizzabile a seconda della tipologia di utente finale e possono essere consultati da medici e operatori sanitari della struttura. Ma anche dai pazienti stessi e dai parenti degli stessi attraverso un’apposita App.

Ed è proprio questo uno dei punti di forza di Smart Lab. In questo modo, per la prima volta, si offre un servizio di monitoraggio e di aggregazione e analisi dei dati dei pazienti all’avanguardia fruibile da chiunque ne abbia necessità, grazie proprio all’App dedicata.

L’innovazione sta quindi nel doppio controllo:

  • il controllo medico
  • il controllo parentale.

 

Ciò permette un immediato intervento, qualora risultasse necessario. I sensori monitorano i parametri vitali dello stato di salute della persona come:

  • i battiti del cuore,
  • la temperatura del corpo,
  • respirazione,
  • possibilità di rilevare delle cadute ed inviare avvisi in maniera proattiva,
  • qualsiasi altro parametro ritenuto necessario da monitorare.

 

Quindi, in caso di segnalazione di eventuali anomalie, il personale preposto al controllo o i paranti del paziente, possono prontamente intervenire e aiutare, così, il paziente in difficoltà.

Altro aspetto importante di Smart Lab è quello di fornire, in tempo reale, indicazioni esatte sulla posizione del paziente all’interno della struttura. Grazie alla geofencing è possibile verificare la presenza del paziente entro i limiti di un perimetro circoscritto, utilizzando wifi e beacon Bluetooth in interno, e GPS in esterno.

In questo modo, se il paziente viene localizzato in una posizione al di fuori di quella stabilita, può essere facilmente raggiunto e aiutato. Questa funzione risulta molto utile proprio per i pazienti affetti da Alzheimer che, a causa della loro patologia, possono facilmente dimenticare le azioni più facili e comuni.

Smart Lab, quindi, permette di tracciare un quadro completo della routine del degente, utile per l’attivazione o meno di sistemi di alert o di criticità da gestire, nel momento in cui i frame ottenuti in tempo reale, comunichino alla struttura e ai parenti comportamenti anomali.

 

Chi può utilizzare Smart Lab?

Smart Lab può essere utilizzato da tutti coloro lo ritenessero necessario, oltre che per tutte le realtà operanti in ambito sanitario. Affinché possa essere richiesto è necessaria la sola fornitura dei dispositivi di monitoraggio per coperture in spazio aperto, e l’adeguamento dei sistemi wifi e di sensoristica per il monitoraggio dei pazienti in luoghi chiusi.

Quindi, il servizio di monitoraggio può essere richiesto da:

  • strutture sanitarie,
  • RSA,
  • medici di base,
  • qualsiasi altra struttura che abbia i requisiti di base per applicare tale modello (hospice, ambienti pubblici e privati con bambini, ecc.),

 

Inoltre, Smart Lab consente a tutte le strutture che usufruiscono del servizio, di aggregarsi con altre realtà simili mediante una infrastruttura appositamente sviluppata. Questo permette di creare una rete interna dedicata allo scambio di informazioni senza investire in soluzioni hardware o software impegnative in termini economici e manutentivi e garantendo al tempo stesso la massima sicurezza per tutti i dati sensibili e le informazioni condivise. Tutti i dati ottenuti vengono raccolti all’interno di un datacenter dove, se possibile, confluiscono informazioni provenienti anche da altre apparecchiature elettromedicali collegate al paziente monitorato, nonché da altre strutture sanitarie.

 

L’obiettivo è quello di permettere all’azienda sanitaria:

  • una riduzione dei costi di gestione dell’infrastruttura IT
  • una riduzione di numeri e costi di personale,
  • ottimizzazione dei servizi a clienti e partner.

Quindi, Smart Lab consente con un unico dispositivo il monitoraggio del paziente da parte del personale sanitario e dei parenti che ne richiedono la facoltà e la raccolta dei dati sensibili utili alla cura del paziente.

Sempre con Smart Lab è possibile accedere alle risorse in Cloud e remote, tra cui:

  • CUP,
  • software gestionale,
  • dati amministrativi,
  • centralino telefonico con gestione delle code tra le diverse sedi, etc.

Ciò avviene con il supportato Help Desk attivo 365 giorni all’anno, 24h su 24 e, previa copertura, da una connettività Internet dedicata e garantita M.A.C.

Da sottolineare che Smart Lab non sostituisce, in alcun modo, una visita medica o un’apparecchiatura elettromedicale di alto spessore. Smart Lab rappresenta esclusivamente uno strumento di monitoraggio a supporto del medico o della struttura sanitaria.

 

SMART LAB: la soluzione di M.A.C contro il COVID 19

In questo particolare periodo storico, in cui le persone hanno maggiormente bisogno di controllare il proprio stato di salute nel minor tempo possibile, Smart Lab risulta essere un valido strumento di supporto a disposizione del medico e delle strutture sanitarie.

Infatti, grazie al monitoraggio 24h su 24 e alla funzione di geofencing, Smart Lab consente di controllare e supportare le attività del personale sanitario in maniera rapida ed efficace.

Per tale motivo sono già molti i Comuni che hanno richiesto Smart Lab. Infatti, per contrastare l’emergenza del covid-19 molti sindaci hanno deciso di fornire, ai propri concittadini risultati positivi al covid-19 e sottoposti a quarantena, il dispositivo digitale per il monitoraggio costante del proprio stato di salute. In questo modo, è possibile mappare in tempo reale, la salute di ogni singola persona che si trova in difficoltà ed evitare, al tempo stesso, nuovi contagi. Con Smart Lab, infatti, è possibile verificare non solo lo stato di salute del cittadino ma anche la posizione, in tempo reale, del soggetto h24 grazie proprio al geofencing. In questo modo, si ha non solo un miglior servizio di intervento sanitario ma anche si riduce la possibilità di nuovi contagi. I dati raccolti dall’applicazione vengono, infatti, inviati al medico di base che, insieme alle autorità preposte, provvedono a risolvere, quanto prima, la situazione di emergenza.

Infine, Smart Lab viene fornito anche alle persone asintomatiche per una miglior monitoraggio del loro stato di salute fino a che non risulteranno completamente guarite.

Quindi, Smart Lab risulta essere un valido strumento di monitoraggio non solo per pazienti con problemi di salute o ricoverati pressi centri di cura, ma a supporto di ogni cittadino, sia in situazioni di emergenza sanitaria sia in qualsiasi altra attività che richiede un monitoraggio h24.